altmarius

cultură şi spiritualitate

Tra grattacieli e calciatori. Potenza, coerenza e coraggio nell’arte di Titina Maselli. A Firenze



Calciatori in Corsa, 2002

Un omaggio a una delle grandi donne dell’arte italiana e internazionale fra il post- guerra e la contemporaneità, in mostra fino al 31 luglio a Firenze presso la galleria Eduardo Secci. Ancora una settimana per visitare la retrospettiva che celebra l’artista Titina Maselli (Roma 1924 – 2005), a cura di Alberto Fiz, presso la galleria Eduardo Secci nella sua sede di Firenze.

Riuscire nell’atto di realizzare un compendio della carriera e della personalità di Titina Maselli è un compito piuttosto arduo, le sue molteplici sfaccettature di individuo precursore di tematiche, tempi, visioni, diventano complicate da descrivere, se non tramite opere esemplari della propria produzione come quelle qui presentate.

Nell’arte della Maselli l’inusuale diventa quasi regola: dai suoi esordi durante l’adolescenza nella casa di Via Sardegna a Roma, crocevia di incontri e dibattiti culturali su più fronti, sino alle escursioni notturne nel suo quartiere alla ricerca di scorci della nuova modernità, tutto presagisce una folgorante capacità innovatrice e una coscienza espressiva intellettuale.


Macchina da Scrivere, 1947

Gli inizi pittorici fatti di presenza materica, senso tonale del colore, rappresentazioni di interni e nature morte, accolgono il visitatore nella prima sala della galleria, regalando un’istantanea tenera e al contempo sconvolgente per le capacità giovanili dell’artista. L’opera Macchina da Scrivere è degna di nota per aver fatto parte della personale alla Galleria l’Obelisco, Roma nel 1948, curata da Corrado Alvaro, con la quale si inaugura un percorso professionale vero e proprio.

L’attenzione alla nuova faccia della metropoli, che la affascina per l’acerba presenza di materiali e vernici industriali, cartelloni pubblicitari e bitume nelle strade, viene qui colta dall’opera Albero nella notte del 1955.

Dal 1949 a catturare la sua attenzione sono inoltre i soggetti sportivi, osservati sulle pagine delle cronache nel tempo, che colgono istanti memorabili e rappresentano nell’immaginario artistico di Titina l’elemento popolare e la dimensione delle collettività, oltre a consentirle lo studio del dinamismo e del movimento. È così che nel passaggio dalla stanza d’ingesso alla seconda, un nuovo universo si svolge sotto gli occhi del fruitore, fatto di stadi gremiti da una folla indefinita, di atleti in azione, di linee diagonali e spezzate che squarciano quasi con violenza la composizione.

Il mutamento si verifica nella tecnica stessa, da piccoli quadri ad olio su tavola verso opere di dimensioni che ambiscono alla monumentalità, in cui si impiega l’acrilico su tela.


Installation View, Titina Maselli at Eduardo Secci (2nd Room 3)

La continua evoluzione dell’artista è una sua fondamentale caratteristica, che la porterà, spinta dalla curiosità, a viaggiare verso gli Stati Uniti, in particolare a New York, dove soggiornerà dal 1952 al 1955. Questi anni saranno per lei di formazione e la contraddistingueranno per coraggio e originalità, divenendo un punto di partenza insostituibile come possibilità di portare all’estremo le esperienze romane, approdando ad una sorta di mitologia cittadina, ovvero una dimensione condivisa della metropoli contemporanea. Partendo da Calciatore parata del 1951, passando per Calciatore rosso degli anni Settanta, fino a Calciatori in Corsa del 2002, risulta evidente l’elemento della reiterazione tematica volto a cogliere il progredire di energia della sua epoca, realizzando immagini quasi eterne e caratterizzate dall’uso del “segno – colore”.

La tensione vibrante creata per mezzo del contenuto cromatico è determinata da opposizioni all’interno del singolo colore o fra cromie diverse, arrivando ad una modulazione fatta di sovrapposizioni infinitesimali. Gli atleti della Maselli sono immersi in una dimensione spazio-tempo che supera ogni misura umana, circondati da un’ubiquità che avvolge tutto. L’anonimato è un’altra loro costante, che si ritrova come terreno comune in altre scelte di protagonisti ad esempio nei grattacieli, concreti alveari modulari, che restituiscono un forte senso di energia in quanto prototipi e archetipi di modernità.

Dal 1967 in avanti le sue pitture continuano a raffigurare corpi che pulsano di vita e movimento, quasi scabri, brutali, drammatici e virili come lo erano già stati gli altri esempi del suo lavoro, ma con un focus particolare sui colori. La corporalità rimane presente anche se mai apertamente celebrata, colta in un senso di accelerazione e rallentamento al tempo stesso, grazie ad una pittura di sguardi veloci e piani sovrapposti.

È proprio la sovrapposizione di figure usate da sempre a contraddistinguere gli anni a partire dal 1970, nel magnifico dittico Elevated Grattacieli / Calciatore ferito (1984) queste tematiche entrano in conflitto e allo stesso tempo convivono, creando nuove tensioni dinamiche. L’artista anela al raggiungimento di totalità e completezza con grande temerarietà. Saranno esattamente queste le decadi di affermazione in Francia con l’inizio dell’attività teatrale; se i quadri ricercano il coinvolgimento fisico dello spettatore questo è il motivo per cui le scenografie divengono così riuscite e uniche.


Installation View, Titina Maselli at Eduardo Secci

Caso isolato all’interno dell’esposizione personale di Firenze, è quello dell’opera Baci Perugina, pressoché inedita, conduce a spunti di riflessione concernenti l’accostamento di Titina Maselli alla Pop Art. In lei è ben presente un rifiuto alla limpidezza e nettezza visiva dell’arte pop e una differente volontà di restituire un senso di realtà e verità nelle proprie opere, andando all’essenza con secchezza formale e compositiva, e una ricerca di immagini icastiche e assolute.

Sarà infatti l’estrema originalità e impossibilità di essere catalogata in una precisa definizione ad essere la forza spiazzante di questa donna – un’artista che decide con determinazione e consapevolezza di non scendere a compromessi di alcun tipo, bensì di ascoltare con ostinazione la propria voce, vivendo con coerenza e chiarezza di visione. Grande è stata l’abilità e la forza di rinnovarsi nel tempo, pur rimanendo perfettamente riconoscibile e portando avanti un individualismo straordinario e un’assoluta libertà, che l’hanno probabilmente penalizzata in puri termini commerciali.

Titina Maselli sarà anche protagonista del progetto proposto dalla galleria Eduardo Secci, inserito nella sezione Decades, per la prossima edizione di Miart che si terrà dal 17 al 19 Settembre 2021 a Milano.

Titina Maselli

A cura di Alberto Fiz

8 Maggio – 31 Luglio 2021

Lunedì – Venerdì 10:00 – 13:30 / 14:30 – 19:00

Sabato di Luglio su appuntamento

Eduardo Secci

Piazza Carlo Goldoni, 2 50123 Firenze

+39 055 661356

firenze@eduardosecci.com

Via Bernardino Zenale 3

20123 Milano

+39 02 38248728

milano@eduardosecci.com

eduardosecci.com

Vizualizări: 4

Adaugă un comentariu

Pentru a putea adăuga comentarii trebuie să fii membru al altmarius !

Alătură-te reţelei altmarius

STATISTICI

Free counters!
Din 15 iunie 2009

201 state 

(ultimul: Mauritania)

Numar de steaguri: 263

Record vizitatori:    8,782 (3.04.2011)

Record clickuri:

 16,676 (3.04.2011)

Steaguri lipsa: 41

1 stat are peste 660,000 clickuri (Romania)

1 stat are peste 100.000 clickuri (USA)

1 stat are peste 40,000 clickuri (Moldova)

2 state au peste 20,000  clickuri (Italia,  Germania)

1 stat are peste 10.000 clickuri (Franta)

6 state au peste 5.000 clickuri (Olanda, Belgia, Marea Britanie, Canada, UngariaSpania )

10 state au peste 1,000 clickuri (Polonia, Rusia,  Australia, IrlandaIsraelGreciaElvetia ,  Brazilia, Suedia, Austria)

50 state au peste 100 clickuri

16 state au un click

Website seo score
Powered by WebStatsDomain

DE URMĂRIT

1.EDITURA HOFFMAN

https://www.editurahoffman.ro/

2. EDITURA ISTROS

https://www.muzeulbrailei.ro/editura-istros/

3.EDITURA UNIVERSITATII CUZA - IASI

https://www.editura.uaic.ro/produse/editura/ultimele-aparitii/1

4. PRINTRE CARTI

http://www.printrecarti.ro/

5. ANTICARIAT ALBERT

http://anticariatalbert.com/

6. ANTICARIAT ODIN 

http://anticariat-odin.ro/

7. TARGUL CARTII

http://www.targulcartii.ro/

8. MAGAZINUL DE CARTE

http://www.magazinul-de-carte.ro/

9. ANTICARIAT PLUS

http://www.anticariatplus.ro/

10. CARTEA DE CITIT

http://www.carteadecitit.ro 11. ANTICARIAT ON-LINE
http://www.carti-online.com/

12. ANTICARIATUL DE NOAPTE

 http://www.anticariatuldenoapte.ro/

13. ANTICARIATUL NOU

http://www.anticariatulnou.ro

14. ANTICARIAT NOU

https://anticariatnou.wordpress.com/

15. ANTICARIAT ALEPH

https://www.anticariataleph.ro/

16. ANTIKVARIUM.RO

http://antikvarium.ro

17.ANTIKVARIUS.RO

https://www.antikvarius.ro/

18. EDITURA ARGONAUT

https://www.editura-argonaut.ro/

19.EDITURA MEGA

https://edituramega.ro/

20. TIMBREE

www.timbree.ro

21. FILATELIE

 http://www.romaniastamps.com/

22 MAX

http://romanianstampnews.blogspot.com

23. STAMPWORLD

http://www.stampworld.com

24. LIBMAG

https://www.libmag.ro/oferta-carti-polirom/?utm_source=facebook-ads-7-99-polirom&utm_medium=banner-facebook&utm_campaign=7-99-polirom-facebook&utm_content=new-3

25. DAFFI'S BOOKS

https://www.daffisbooks.ro 26. MAGIA MUNTELUI

http://magiamuntelui.blogspot.com

27. RAZVAN CODRESCU
http://razvan-codrescu.blogspot.ro/

28.RADIO ARHIVE

https://www.facebook.com/RadioArhive/

29.NATIONAL GEOGRAPHIC ROMANIA

https://www.natgeo.ro/revista

30. SA NU UITAM

http://sanuuitam.blogspot.ro/

31. MIRON MANEGA
http://www.certitudinea.o

32. CERTITUDINEA

www.certitudinea.com

Anunturi

Licenţa Creative Commons Această retea este pusă la dispoziţie sub Licenţa Atribuire-Necomercial-FărăModificări 3.0 România Creativ

Note

Hoffman - Jurnalul cărților esențiale

1. Radu Sorescu -  Petre Tutea. Viata si opera

2. Zaharia Stancu  - Jocul cu moartea

3. Mihail Sebastian - Orasul cu salcimi

4. Ioan Slavici - Inchisorile mele

5. Gib Mihaescu -  Donna Alba

6. Liviu Rebreanu - Ion

7. Cella Serghi - Pinza de paianjen

8. Zaharia Stancu -  Descult

9. Henriette Yvonne Stahl - Intre zi si noapte

10.Mihail Sebastian - De doua mii de ani

11. George Calinescu Cartea nuntii

12. Cella Serghi Pe firul de paianjen…

Continuare

Creat de altmariusclassic Dec 23, 2020 at 11:45am. Actualizat ultima dată de altmariusclassic Ian 24.

© 2021   Created by altmarius.   Oferit de

Embleme  |  Raportare eroare  |  Termeni de utilizare a serviciilor