altmarius

cultură şi spiritualitate


Il capolavoro pucciniano è andato in scena al Teatro delle Muse, nell'intrigante e originale allestimento di Pete Brooks, nell'ambito della Stagione lirica 2016






di Mara Lacchè

L'intima vicenda umana di Floria Tosca, il suo amore tragico per l'amato Cavaradossi, la brama di potere del demoniaco Scarpia: sono emersi potentemente gli elementi fondamentali del melodramma in tre atti di Giacomo Puccini, rappresentato per la prima volta nel 1900, nella nuova produzione proposta nella città dorica il 16 ottobre 2016.

In essa, però, la Roma papalina dell'età napoleonica, quarta protagonista del libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, è sostituita da una visione novecentesca della città eterna, in cui una sorta di realismo cinematografico convive con l'opulenza del barocco e l'astrazione delle geometrie avanguardistiche. Nella mise en scène concepita dall'inglese Pete Brooks, le proiezioni video a cura di Simon Wainwright appaiono, sin dai "titoli di testa" che precedono il preludio sinfonico, come frammenti di vecchie pellicole, intrisi di suggestioni neorealiste, ad esempio grazie a quella sorta di piano-sequenza simulato all'inizio dell'atto III o ai costumi di Laura Hopkins, artefice altresì di una scenografia caratterizzata dal dinamismo e dal senso di instabilità architettonica tipici del futurismo e del costruttivismo russo (quale emerge, ad esempio, dalle opere di Rodčenko).

Dall'evocazione di quel fermento socio-politico, culturale e artistico delle avanguardie novecentesche, idealmente vicino a quello che caratterizzò il primo Ottocento, emerge una lettura dell'opera più "politicizzata" di quanto possa sembrare a primo acchito. Nella visione del regista inglese, Floria Tosca appare infatti come «una figura tragica perché non riconosce e fraintende il suo rapporto con il mondo politico» e che «cerca nell'Arte un privilegio che è al tempo stesso irrealistico e ingenuo». "Vissi d'arte, vissi d'amore" canta infatti nell'atto II, rivelandola come un animale sensuale e attraente, «liberato in un territorio a lui estraneo» (Gabriele Cesaretti).

Nell'incarnare l'innocenza "colpevole" che caratterizza l'eroina pucciniana, la bella presenza scenica e la vocalità calda e rotonda di Cellia Costea hanno dato spessore a un personaggio complesso, straordinario mix di sensualità e candore, in particolare nel drammatico scontro con il potente e sadico capo della polizia (atto II). Interpretato con da un intenso Alberto Gazale, il barone Vitellio Scarpia ha espresso quel «torbido sex appeal» che la musica pucciniana gli ha impresso e che ne fa il protagonista dell'opera fino alla sua uccisione: «la sua necessaria sparizione ha fatto sì che Puccini restituisse a Cavaradossi e a Tosca l'innocenza di una musica che esce incontaminata dal dibattito torbido e angoscioso, e che risponde simmetricamente al primo atto» (Fedele D'Amico). Nella veemente interpretazione di Antonello Palombi, il pittore Mario Cavaradossi, a cui il compositore ha affidato arie celeberrime come "Recondita armonia" e "E lucean le stelle", ci appare - malgrado qualche imprecisione nell'emissione vocale - come un amante appassionato, che nonostante un'impennata di orgoglio libertario, "muore disperato", secondo l'idea pucciniana dei grandi dolori nelle piccole anime.

Accanto ai protagonisti, sono da ricordare l'affannato Cesare Angelotti di Alessandro Spina, il pavido sagrestano di Davide Bartolucci, l'impettito Spoletta di Marco Voleri, il crudele Sciarrone e il carceriere di Omar Kamata e Bruno Venanzi, nonché la voce del pastore en coulisse della giovanissima Anita Galtello. Il Coro Lirico Marchigiano "V. Bellini" e il Coro di Voci Bianche "Artemusica", rispettivamente diretti da Carlo Morganti e Angela De Pace, hanno dato vita alle impressionanti e movimentate scene corali, come il celebre Te Deum alla fine dell'Atto I.

La raffinata partitura musicale pucciniana, con il suo linguaggio armonico a tratti così marcatamente dissonante, in cui i toni duri e "veristi" si contrappongono a momenti intensamente elegiaci, è stata brillantemente affrontata dall'Orchestra Sinfonica “G. Rossini”. La direzione di Guillaume Tournaire ha saputo restituire, infatti, il fascino inesorabile di un'opera dalla dirompente energia drammatica e dalla portata "rivoluzionaria", come affermato da Fedele D'amico già nel 1966: «SalomeElektraWozzeck: si dovrà ben trovare il coraggio, un giorno o l’altro, di nominare Tosca nella lista; cronologicamente verrebbe al primo posto».

Vizualizări: 100

Adaugă un comentariu

Pentru a putea adăuga comentarii trebuie să fii membru al altmarius !

Alătură-te reţelei altmarius

STATISTICI

Free counters!
Din 15 iunie 2009

200 state 

(ultimul: Micronesia)

Numar de steaguri: 264

Record vizitatori:    8,782 (3.04.2011)

Record clickuri:

 16,676 (3.04.2011)

Steaguri lipsa: 42

1 stat are peste 660,000 clickuri (Romania)

1 stat are peste 100.000 clickuri (USA)

1 stat are peste 40,000 clickuri (Moldova)

2 state au peste 20,000  clickuri (Italia,  Germania)

1 stat are peste 10.000 clickuri (Franta)

6 state au peste 5.000 clickuri (Olanda, Belgia, Marea Britanie, Canada, UngariaSpania )

10 state au peste 1,000 clickuri (Polonia, Rusia,  Australia, IrlandaIsraelGreciaElvetia ,  Brazilia, Suedia, Austria)

50 state au peste 100 clickuri

24 state au un click

 

Website seo score
Powered by WebStatsDomain

DE URMĂRIT

1. ANTICARIAT ALBERT

http://anticariatalbert.com/

2. ANTICARIAT ODIN 

http://anticariat-odin.ro/

3. TARGUL CARTII

http://www.targulcartii.ro/

4. PRINTRE CARTI

http://www.printrecarti.ro/

5. MAGAZINUL DE CARTE

http://www.magazinul-de-carte.ro/

6 ANTICARIAT PLUS

http://www.anticariatplus.ro/

7. DEPOZITUL DE CARTI 

http://www.calinblaga.ro/

8. CARTEA DE CITIT

http://www.carteadecitit.ro/

9. ANTICARIAT ON-LINE
http://www.carti-online.com/

10. ANTICARIATUL DE NOAPTE

 http://www.anticariatuldenoapte.ro/

11. ANTICARIATUL NOU

http://www.anticariatulnou.ro

12. ANTICARIAT NOU

https://anticariatnou.wordpress.com/

13. ANTICARIAT ALEPH

https://www.anticariataleph.ro/

14. ANTIKVARIUM.RO

http://antikvarium.ro

15.ANTIKVARIUS.RO

https://www.antikvarius.ro/

16. ANTICARIAT LOGOS

http://www.anticariat-logos.ro/

17. ANTICARIAT.NET

http://www.anticariat.net/informatii-contact.php

18. TIMBREE

www.timbree.ro

19. FILATELIE

 http://www.romaniastamps.com/

20 MAX

http://romanianstampnews.blogspot.com

21. STAMPWORLD

http://www.stampworld.com

22. LIBMAG

https://www.libmag.ro/oferta-carti-polirom/?utm_source=facebook-ads-7-99-polirom&utm_medium=banner-facebook&utm_campaign=7-99-polirom-facebook&utm_content=new-3

23. DAFFI'S BOOKS

https://www.daffisbooks.ro/

24. MAGIA MUNTELUI

http://magiamuntelui.blogspot.com

25. RAZVAN CODRESCU
http://razvan-codrescu.blogspot.ro/

26.RADIO ARHIVE

https://www.facebook.com/RadioArhive/

27.EDITURA UNIVERSITATII CUZA - IASI

http://www.editura.uaic.ro/produse/colectii/documenta/1

28. EDITURA ISTROS

https://www.muzeulbrailei.ro/editura-istros/

29. EDITURA HOFFMAN

https://www.editurahoffman.ro/

30. SA NU UITAM

http://sanuuitam.blogspot.ro/

31. MIRON MANEGA
http://www.certitudinea.o

32. NATIONAL GEOGRAPHIC ROMANIA

https://www.natgeo.ro/revista

Anunturi

Licenţa Creative Commons Această retea este pusă la dispoziţie sub Licenţa Atribuire-Necomercial-FărăModificări 3.0 România Creativ

Note

Hoffman - Jurnalul cărților esențiale

1. Radu Sorescu -  Petre Tutea. Viata si opera

2. Zaharia Stancu  - Jocul cu moartea

3. Mihail Sebastian - Orasul cu salcimi

4. Ioan Slavici - Inchisorile mele

5. Gib Mihaescu -  Donna Alba

6. Liviu Rebreanu - Ion

7. Cella Serghi - Pinza de paianjen

8. Zaharia Stancu -  Descult

9. Henriette Yvonne Stahl - Intre zi si noapte

10.Mihail Sebastian - De doua mii de ani

11. George Calinescu Cartea nuntii

12. Cella Serghi Pe firul de paianjen…

Continuare

Creat de altmariusclassic Dec 23, 2020 at 11:45am. Actualizat ultima dată de altmariusclassic Ian 24.

© 2021   Created by altmarius.   Oferit de

Embleme  |  Raportare eroare  |  Termeni de utilizare a serviciilor