altmarius

cultură şi spiritualitate

La storia di una delle più affascinanti parate iconografiche della Sardegna: importato dalla penisola iberica, il modello di questa grande pala d'altare ha soppiantato i modelli pittorici toscani importati da Pisa

https://www.ilgiornaledellarte.com/articoli/137801

«Retablo di San Bernardino» (1455-1456) di Joan Figuera e Rafael Tomàs, Cagliari, Pinacoteca Nazionale

RAFFAELLA VENTURI | 3 gennaio 2022



Non si può dire di conoscere la Sardegna se non si conosce una delle sue più affascinanti parate iconografiche: la successione di retabli raccolti prevalentemente nella Pinacoteca Nazionale di Cagliari, tesori di grande valore artistico e culturale presenti anche sul territorio regionale all’interno di antiche chiese in piccoli paesi.

I retabli informano sulla storia dell’isola, soggetta alla dominazione spagnola per quattro secoli dal 1326, quando i Catalano-Aragonesi,dopo un assedio di tre anni contro i Pisani, costituirono il Regno di Sardegna. Inizia da lì l’importazione di modelli iconografici della penisola iberica, dove il retablo (dal latino retro tabula altaris, perché posto dietro l’altare) rappresentava una pregnante narrazione pittorica a uso dell’evangelizzazione dei fedeli, ipnotizzati da questa grande pala d’altare, suddivisa in sezioni pittoriche corrispondenti a diverse «puntate» del soggetto trattato (bisogna tenere presente che il portato visuale era pressoché inesistente e appannaggio solo delle classi alte e del clero).

Dalla Catalogna arrivano in Sardegna diverse tipologie di retabli che via via soppiantano i modelli pittorici toscani importati da Pisa. Un’ibridazione che durerà fino a inizio XVII secolo: il denominatore comune è il fondo oro, che conferisce al dipinto un’aura di ieratica sacralità e di preziosità. Lo sviluppo architettonico, bidimensionale, è quello di un trittico o polittico in legno, che poggia su una base-predella a più scomparti, cinque o sette, anche questi dipinti con scene di santi o della vita del Cristo.

Le parti laterali e alte del polittico sono ulteriormente impreziosite da una cornice aggettante obliqua, cosiddetta «a polvaroli», che oltre a riportare altri soggetti pittorici, proteggeva dalla polvere. Questa perfetta macchina scenografica diventava, nella sua costruzione, un’opera totale, miscelando pittura, architettura e scultura, essendo spesso collocata al centro una nicchia, magari in oro zecchino, con una statua al suo interno. Le prime maestranze catalane documentate sull’isola sono Joan Mates, Juan Figuera, Rafael Tomas e Juan Barcelo.

Una visita alla Pinacoteca Nazionale, nell’amena Cittadella dei Musei di Cagliari, dà ragione dell’evoluzione stilistica che si sviluppa nell’arco di almeno due secoli: dal Maestro di Castelsardo, il Maestro di Oliena e Giovanni Muru, a una produzione locale con gli esponenti della Scuola stampacina dei Cavaro, Antioco Mainas e altri. È proprio nel quartiere storico di Stampace a Cagliari che fiorisce la bottega della famiglia Cavaro, con Pietro, cui è attribuito il frammento con Mater dolorosa del cosiddetto Retablo dei Sette dolori, conservato nel convento dei Frati minori di Santa Rosalia, nel quartiere Marina a Cagliari. Altri preziosi frammenti sono conservati nel Palazzo municipale, nella cattedrale di Cagliari e nel santuario della Madonna di Bonaria, dove si trova la tavola della Madonna del cardellino, attribuita a Michele Cavaro, figlio di Pietro.

Forte di visioni come il Retablo di San Bernardino, di Rafael Tomàs e Joan Figuera, e il Retablo della Porziuncola del Maestro di Castelsardo, e di tutti gli esemplari presenti alla Pinacoteca cagliaritana, l’occhio è pronto a incontrare la complessità narrativa e stilistica dei due più grandi e importanti esempi di questa produzione pittorica, a Villamar e Tuili.

A Villamar la strada principale divide in due un paese all’apparenza molto modesto; nella chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista, collocato nel luogo originario, si conserva il retablo secondo per grandezza solo a quello di Giovanni Muru e aiutanti della chiesa palatina di Santa Maria del Regno ad Ardara. Nell’ampio respiro pittorico si riconosce la mano di Pietro Cavaro, che lo realizzò nel 1518, impegnandosi in una composizione grande più di 7,5 metri per 4 metri circa.

Noto come Retablo di Mara Arbarei, antico nome di Villamar, dimostra come «Cavaro avesse maturato le esperienze più importanti dell’ambiente barcellonese e assimilato presenze fondamentali della situazione artistica napoletana», come scrive Renata Serra nel fondamentale volume di Storia dell’Arte in Sardegna, riferito al periodo dal romanico alla fine del ’500 (Ilisso edizioni). In una nicchia centrale, ornata secondo lo stile delle cappelle gotico-catalane, si trova la statua in legno della Madonna del latte, col seno scoperto su cui poggia la mano del Bambino.

L’altro capolavoro indiscusso è conservato nella Chiesa di San Pietro a Tuili. Non è mai stato accertato il nome dell’autore (convenzionalmente citato come Maestro di Castelsardo, in quanto nell’omonimo paese del nord-est Sardegna sono conservate, nella cattedrale di Sant’Antonio abate, quattro tavole superstiti di un polittico ante 1492 attribuite al Maestro). È un unicum stilistico. Doveva essere certamente un erudito artista catalano della scuola barcellonese, con conoscenze anche dell’iconografia italiana del ’400, con particolare attenzione alle ricerche prospettiche e paesaggistiche. È proprio lo sfondamento prospettico, al posto del fondo oro, la cifra precipua di questo doppio trittico, poggiante su predella a cinque elementi col centrale tabernacolo avanzato.

Si notano la sintesi di stilemi italiani e fiamminghi, una pittura ricca di dettagli minuziosamente riportati: l’armatura di San Giorgio, la resa dei tessuti delle vesti dei personaggi rappresentati e i loro volti e i pavimenti a scacchiera policroma fanno percepire l’alta qualità di un pittore aggiornato e aperto a diversi linguaggi. La figura e l’opera del Maestro di Castelsardo è costante oggetto di approfondimenti grazie anche a sofisticate tecniche di indagine: sono previste nuove rivelazioni sul misterioso pittore tardo quattrocentesco.

LEGGI ANCHE: Sulle tracce del Maestro di Castelsardo

Un particolare della predella del «Retablo della Porziuncola» (post 1492) del Maestro di Castelsardo, Cagliari, Pinacoteca Nazionale © Francesco Piras Il «Retablo della Visitazione» (fine XV secolo) di Joan Barcelo, Cagliari, Pinacoteca Nazionale © Francesco PirasUn particolare con la scena della predica del «Retablo della Porziuncola» (post 1492) del Maestro di Castelsardo, Cagliari, Pinacoteca Nazionale © Francesco PirasIl «Retablo della Madonna del Latte» di Pietro Cavaro (1518), Chiesa di San Giovanni Battista, Villamar © Nicola Castangia

Vizualizări: 2

Adaugă un comentariu

Pentru a putea adăuga comentarii trebuie să fii membru al altmarius !

Alătură-te reţelei altmarius

STATISTICI

Free counters!
Din 15 iunie 2009

206 state 

(ultimul: Ciad)

Numar de steaguri: 270

Record vizitatori:    8,782 (3.04.2011)

Record clickuri:

 16,676 (3.04.2011)

Steaguri lipsa: 36

1 stat are peste 700,000 clickuri (Romania)

1 stat are peste 100.000 clickuri (USA)

1 stat are peste 50,000 clickuri (Moldova)

2 state au peste 20,000  clickuri (Italia,  Germania)

1 stat are peste 10.000 clickuri (Franta)

6 state au peste 5.000 clickuri (Olanda, Belgia, Marea Britanie, Canada, UngariaSpania )

10 state au peste 1,000 clickuri (Polonia, Rusia,  Australia, IrlandaIsraelGreciaElvetia ,  Brazilia, Suedia, Austria)

50 state au peste 100 clickuri

20 state au un click

Website seo score
Powered by WebStatsDomain

DE URMĂRIT

1.EDITURA HOFFMAN

https://www.editurahoffman.ro/

2. EDITURA ISTROS

https://www.muzeulbrailei.ro/editura-istros/

3.EDITURA UNIVERSITATII CUZA - IASI

https://www.editura.uaic.ro/produse/editura/ultimele-aparitii/1

4. PRINTRE CARTI

http://www.printrecarti.ro/

5. ANTICARIAT ALBERT

http://anticariatalbert.com/

6. ANTICARIAT ODIN 

http://anticariat-odin.ro/

7. TARGUL CARTII

http://www.targulcartii.ro/

8. MAGAZINUL DE CARTE

http://www.magazinul-de-carte.ro/

9. ANTICARIAT PLUS

http://www.anticariatplus.ro/

10. CARTEA DE CITIT

http://www.carteadecitit.ro 11. ANTICARIAT ON-LINE
http://www.carti-online.com/

12. PALATUL VECHITURILOR

https://www.palatulvechiturilor.ro/carti

13. ANTICARIATUL NOU

http://www.anticariatulnou.ro

14. ANTICARIAT NOU

https://anticariatnou.wordpress.com/

15. ANTICARIAT ALEPH

https://www.anticariataleph.ro/

16. ANTIKVARIUM.RO

http://antikvarium.ro

17.ANTIKVARIUS.RO

https://www.antikvarius.ro/

18. EDITURA CASA CĂRȚII

https://www.casacartii.ro/editura/

19.EDITURA MEGA

https://edituramega.ro/

20. TIMBREE

www.timbree.ro

21. FILATELIE

 http://www.romaniastamps.com/

22 MAX

http://romanianstampnews.blogspot.com

23.LIBREX

https://www.librex.ro/search/editura+polirom/?q=editura+polirom

24. LIBMAG

https://www.libmag.ro/carti-la-preturi-sub-10-lei/filtre/edituri/polirom/

25. DAFFY'S BOOKS

https://www.daffisbooks.ro/toate-produsele/filtre/3f-editura,polirom

26. MAGIA MUNTELUI

http://magiamuntelui.blogspot.com

27. RAZVAN CODRESCU
http://razvan-codrescu.blogspot.ro/

28.RADIO ARHIVE

https://www.facebook.com/RadioArhive/

29.NATIONAL GEOGRAPHIC ROMANIA

https://www.natgeo.ro/revista

30. SA NU UITAM

http://sanuuitam.blogspot.ro/

31. LIBRĂRIA DELFIN

https://www.librariadelfin.ro/librarie-virtuala/carti-noi

32. CERTITUDINEA

www.certitudinea.com

Anunturi

Licenţa Creative Commons Această retea este pusă la dispoziţie sub Licenţa Atribuire-Necomercial-FărăModificări 3.0 România Creativ

Note

Hoffman - Jurnalul cărților esențiale

1. Radu Sorescu -  Petre Tutea. Viata si opera

2. Zaharia Stancu  - Jocul cu moartea

3. Mihail Sebastian - Orasul cu salcimi

4. Ioan Slavici - Inchisorile mele

5. Gib Mihaescu -  Donna Alba

6. Liviu Rebreanu - Ion

7. Cella Serghi - Pinza de paianjen

8. Zaharia Stancu -  Descult

9. Henriette Yvonne Stahl - Intre zi si noapte

10.Mihail Sebastian - De doua mii de ani

11. George Calinescu Cartea nuntii

12. Cella Serghi Pe firul de paianjen…

Continuare

Creat de altmariusclassic Dec 23, 2020 at 11:45am. Actualizat ultima dată de altmariusclassic Ian 24, 2021.

© 2022   Created by altmarius.   Oferit de

Embleme  |  Raportare eroare  |  Termeni de utilizare a serviciilor