altmarius

cultură şi spiritualitate


Applausi per l’ensemble tedesco alla fine del concerto tenutosi presso la Fondazione Bon di Colugna






di Alessio Screm

Beethoven, Schumann e Mendelssohn sono spesso avvicinati nei programmi concertistici e nonostante la loro diversità, pare sempre di scorgere nelle loro pagine qualche cosa di profondo che li fa simili, soprattutto ascoltandoli uno di seguito all’altro. Più nei lavori cameristici che nelle opere orchestrali, accomunati da un pathos profondo che coniuga forma e sentimento, sensibilità e metodo, in una accezione tutta teutonica di un romanticismo pregno e illuminato.

Lo si è chiaramente percepito con il Trio Bamberg, ensemble tedesco di tutto prestigio che ha dato prova di raffinata speculazione al concerto di giovedì scorso (27 aprile) alla Fondazione Bon di Colugna, istituto che celebra quest’anno i 120 dalla nascita, tra le realtà culturali più assodate della regione Friuli Venezia Giulia. Sul palco la pianista Ilonka Heilingloh, il violinista Jewgeni Schuk e il violoncellista Alexander Hülshoff, solisti di dichiarata fama che insieme compongono un ensemble di invidiabile intesa.

In programma tre trii meravigliosi: il Trio in si bemolle maggiore op. 11 di Beethoven, il Trio in sol minore op. 110 di Schumann e il Trio in re minore op. 49 di Mendelssohn. Composti tutti in momenti sereni della vita degli autori. Una serenità apparente, che avrebbe di lì a poco manifestato il dolore e l’angoscia del suo lato più oscuro. Beethoven non ancora sordo, Schumann appena nominato direttore musicale a Düsseldorf e Mendelssohn della Gewandhaus di Lipsia, dove avrebbe di lì a poco fondato il Conservatorio.

In queste composizioni, dalla diversa struttura ma dal comune carattere, è nei tempi lenti che il Trio Bamberg ha dimostrato una particolare perizia interpretativa, manifestando un’intesa lirica e una predisposizione al cantabile di indubbio effetto e grande resa. L’Adagio in mi bemolle maggiore del Trio di Beethoven, Tempo I di Schumann e l’Andante con moto tranquillo in si bemolle maggiore di Mendelssohn, sono stati i momenti più alti di un concerto degno di nota nella sua interezza, apprezzato dal numeroso pubblico che si è espresso con applausi lunghi e sentiti a chiusura di ogni brano.

Ha certo impressionato la dialettica virtuosistica delle sezioni più animate, a momenti marcate da attacchi ed evoluzioni dinamiche particolarmente pungenti, come nel tema con variazioni dall’aria Pria ch’io l’impegno in Beethoven, in Kraftig, mit humor a chiusura del trio di Schumann e nel sublime Scherzo di Mendelssohn. Ma ancora più impressione e accoramento hanno destato le raffinate intese dei momenti centrali, nei Largo e negli Adagio, i bilanciamenti dei controcanti, la perizia timbrica e l’affiatamento tematico condotto con maestria dai tre interpreti. Più volte richiamati sul palco, a fine di una prova sapiente e romantica nell’estetica e nei contenuti, il Trio Bamberg ha omaggiato il pubblico del Teatro Bon con un bis dal repertorio contemporaneo. Ancora un tempo lento, un Andante cantabile del georgiano Vasa Asarashwili: Kutaisi lied.

Foto di copertina, Ph. Glauco Comoretto

- See more at: http://www.amadeusonline.net/recensioni-spettacoli/2017/il-trio-bam...

Vizualizări: 73

Adaugă un comentariu

Pentru a putea adăuga comentarii trebuie să fii membru al altmarius !

Alătură-te reţelei altmarius

STATISTICI

Free counters!
Din 15 iunie 2009

200 state 

(ultimul: Micronesia)

Numar de steaguri: 264

Record vizitatori:    8,782 (3.04.2011)

Record clickuri:

 16,676 (3.04.2011)

Steaguri lipsa: 42

1 stat are peste 660,000 clickuri (Romania)

1 stat are peste 100.000 clickuri (USA)

1 stat are peste 40,000 clickuri (Moldova)

2 state au peste 20,000  clickuri (Italia,  Germania)

1 stat are peste 10.000 clickuri (Franta)

6 state au peste 5.000 clickuri (Olanda, Belgia, Marea Britanie, Canada, UngariaSpania )

10 state au peste 1,000 clickuri (Polonia, Rusia,  Australia, IrlandaIsraelGreciaElvetia ,  Brazilia, Suedia, Austria)

50 state au peste 100 clickuri

24 state au un click

 

Website seo score
Powered by WebStatsDomain

DE URMĂRIT

1. ANTICARIAT ALBERT

http://anticariatalbert.com/

2. ANTICARIAT ODIN 

http://anticariat-odin.ro/

3. TARGUL CARTII

http://www.targulcartii.ro/

4. PRINTRE CARTI

http://www.printrecarti.ro/

5. MAGAZINUL DE CARTE

http://www.magazinul-de-carte.ro/

6 ANTICARIAT PLUS

http://www.anticariatplus.ro/

7. DEPOZITUL DE CARTI 

http://www.calinblaga.ro/

8. CARTEA DE CITIT

http://www.carteadecitit.ro/

9. ANTICARIAT ON-LINE
http://www.carti-online.com/

10. ANTICARIATUL DE NOAPTE

 http://www.anticariatuldenoapte.ro/

11. ANTICARIATUL NOU

http://www.anticariatulnou.ro

12. ANTICARIAT NOU

https://anticariatnou.wordpress.com/

13. ANTICARIAT ALEPH

https://www.anticariataleph.ro/

14. ANTIKVARIUM.RO

http://antikvarium.ro

15.ANTIKVARIUS.RO

https://www.antikvarius.ro/

16. ANTICARIAT LOGOS

http://www.anticariat-logos.ro/

17. ANTICARIAT.NET

http://www.anticariat.net/informatii-contact.php

18. TIMBREE

www.timbree.ro

19. FILATELIE

 http://www.romaniastamps.com/

20 MAX

http://romanianstampnews.blogspot.com

21. STAMPWORLD

http://www.stampworld.com

22. LIBMAG

https://www.libmag.ro/oferta-carti-polirom/?utm_source=facebook-ads-7-99-polirom&utm_medium=banner-facebook&utm_campaign=7-99-polirom-facebook&utm_content=new-3

23. DAFFI'S BOOKS

https://www.daffisbooks.ro/

24. MAGIA MUNTELUI

http://magiamuntelui.blogspot.com

25. RAZVAN CODRESCU
http://razvan-codrescu.blogspot.ro/

26.RADIO ARHIVE

https://www.facebook.com/RadioArhive/

27.EDITURA UNIVERSITATII CUZA - IASI

http://www.editura.uaic.ro/produse/colectii/documenta/1

28. EDITURA ISTROS

https://www.muzeulbrailei.ro/editura-istros/

29. EDITURA HOFFMAN

https://www.editurahoffman.ro/

30. SA NU UITAM

http://sanuuitam.blogspot.ro/

31. MIRON MANEGA
http://www.certitudinea.o

32. NATIONAL GEOGRAPHIC ROMANIA

https://www.natgeo.ro/revista

Anunturi

Licenţa Creative Commons Această retea este pusă la dispoziţie sub Licenţa Atribuire-Necomercial-FărăModificări 3.0 România Creativ

Note

Hoffman - Jurnalul cărților esențiale

1. Radu Sorescu -  Petre Tutea. Viata si opera

2. Zaharia Stancu  - Jocul cu moartea

3. Mihail Sebastian - Orasul cu salcimi

4. Ioan Slavici - Inchisorile mele

5. Gib Mihaescu -  Donna Alba

6. Liviu Rebreanu - Ion

7. Cella Serghi - Pinza de paianjen

8. Zaharia Stancu -  Descult

9. Henriette Yvonne Stahl - Intre zi si noapte

10.Mihail Sebastian - De doua mii de ani

11. George Calinescu Cartea nuntii

12. Cella Serghi Pe firul de paianjen…

Continuare

Creat de altmariusclassic Dec 23, 2020 at 11:45am. Actualizat ultima dată de altmariusclassic Ian 24.

© 2021   Created by altmarius.   Oferit de

Embleme  |  Raportare eroare  |  Termeni de utilizare a serviciilor