altmarius

cultură şi spiritualitate

Donne che dipingono nelle miniature medievali

Stavo cercando immagini della bottega degli artisti medievali quando mi sono imbattuta in decine di miniature di donne intente a dipingere. Per me è stata una vera rivelazione.
Sapevo che le donne hanno sempre dipinto, per quanto in numero infinitamente più piccolo degli uomini e in modo “non ufficiale”, ma trovarle ritratte nelle loro botteghe tra pennelli, scalpelli e ciotole di colore, mi ha aperto un mondo.

donne artistehttp://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-codici-300x148.jpg 300w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-co... 768w" sizes="(max-width: 800px) 100vw, 800px" />

Attraverso una esplorazione approfondita e la ricerca inversa di quelle immagini prive di didascalia, sono riuscita a risalire alla fonte di gran parte di quelle miniature: il De mulieribus claris (Delle donne celebri), un testo di Giovanni Boccaccio del 1361-62 che non ricordavo di aver mai sentito a scuola.
Le miniature appartengono ad alcune versioni francesi dei primi del Quattrocento, come quello che la Biblioteca Nazionale di Francia ha digitalizzato interamente.

paginahttp://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-pagina-211x300.jpg 211w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-pa... 768w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-pa... 719w" sizes="(max-width: 800px) 100vw, 800px" />

L’opera, scritta in latino, contiene 106 biografie di donne celebri, anche immaginarie, che Boccaccio ha voluto scrivere in risposta al De viris illustribus (Degli uomini illustri) di Petrarca.
Un’opera femminista? Non esattamente, visto che tra le donne trattate ci sono esempi di virtù e talento ma anche di grande malvagità e comportamenti esecrabili.
Si va da Eva a Semiramide, da Atena a Saffo, da Didone alla regina Costanza d’Altavilla. L’intento, d’altra parte, era morale: dare alle donne dei riferimenti in un senso e nell’altro per poter fare le scelte “giuste”.

Questa è Saffo. Poetessa vissuta tra il VII e il VI secolo a.C.

Saffohttp://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-saffo-244x300.jpg 244w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-sa... 768w" sizes="(max-width: 800px) 100vw, 800px" />

E questo è un suo suggestivo frammento nella traduzione di Salvatore Quasimodo.

Tramontata è la luna
e le Pleiadi a mezzo della notte
anche giovinezza già dilegua,
e ora nel mio letto resto sola.

Scuote l’anima mia Eros,
come vento sul monte
che irrompe entro le querce;
e scioglie le membra e le agita,
dolce amara indomabile belva.

Ma a me non ape, non miele;
e soffro e desidero.

Ma parlavamo di pittrici. Ecco Tamiri (o Timarete), artista ateniese del V secolo a.C. figlia del pittore Micone. Plinio la ricorda come autrice di un dipinto raffigurante Artemide e collocato a Efeso ma dice anche che Tamiri ha “disprezzato i doveri delle donne e praticato l’arte del padre“. Un giudizio velatamente critico, direi…
Qui è raffigurata dentro uno studiolo gotico mentre dipinge una Madonna con bambino, in una versione evidentemente aggiornata al Medioevo.

Timaretehttp://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-timarete-253x300.jpg 253w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-ti... 768w" sizes="(max-width: 800px) 100vw, 800px" />

Questa è Irene (o Eirene). Anche lei greca, vissuta tra III e II secolo a.C., era figlia del pittore Cratino. Sembra che a Eleusi si trovasse un suo celebre dipinto raffigurante Proserpina.

Irenehttp://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-irene-262x300.jpg 262w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-ir... 768w" sizes="(max-width: 800px) 100vw, 800px" />

Poi c’è Marzia, figlia di Varrone (ma storicamente dovrebbe trattarsi di Iaia di Cizico). Vissuta intorno al I secolo, probabilmente era una greca trapiantata a Roma. Qui è raffigurata mentre lavora al suo autoritratto osservandosi su uno specchio convesso.

Marziahttp://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-marcia2-289x300.jpg 289w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-ma... 768w" sizes="(max-width: 800px) 100vw, 800px" />

La stessa artista è raffigurata in questa miniatura dove, altre a dipingere un autoritratto, ha realizzato alcune statue (infatti Marzia è ricordata anche come autrice di sculture in avorio).

Marcia mentre dipingehttp://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-marcia-189x300.jpg 189w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-ma... 768w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-ma... 647w" sizes="(max-width: 944px) 100vw, 944px" />

Marzia appare anche in altri codici. Si tratta di immagini doppiamente interessanti. Primo perché tramandano nomi di un passato antico che altrimenti avremmo smarrito, secondo perché mostrano attrezzi e procedure di un atelier medievale. Qui, ad esempio, si notano alcune ciotole per i pigmenti realizzate con le conchiglie d’ostrica.

Marzia 3http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-marzia3-256x300.jpg 256w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-ma... 768w" sizes="(max-width: 800px) 100vw, 800px" />

Qui Marzia è raffigurata in due momenti della sua attività, curiosamente vestita da monaca (forse perché nel Medioevo le donne potevano dipingere solo nei conventi).

Marzia 4http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-marzia4-300x220.jpg 300w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-ma... 768w" sizes="(max-width: 800px) 100vw, 800px" />

In un altro codice francese torna anche Tamiri. Qui sta dipingendo, come sempre, una Madonna tenendo in mano una strana tavolozza smerlata con il manico. Intanto un aiutante (maschio!) sta macinando del pigmento blu, forse il lapislazzuli. Anche qui le conchiglie fungono da ciotole per il colore.

Tamiri 2http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-timarete2-250x300.jpg 250w" sizes="(max-width: 718px) 100vw, 718px" />

Qui invece Tamiri dipinge all’aperto un’immagine di Diana.

Tamiri 2http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-timarete-2-207x300.jpg 207w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-ti... 768w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-ti... 706w" sizes="(max-width: 800px) 100vw, 800px" />

Irene compare spesso mentre lavora a un affresco.

Irene 2http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-irene2-183x300.jpg 183w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-ir... 768w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-ir... 626w" sizes="(max-width: 800px) 100vw, 800px" />

Ma anche intenta a colorare una scultura.

Irene 3http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-irene3-256x300.jpg 256w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-ir... 768w" sizes="(max-width: 800px) 100vw, 800px" />

A questo punto sorge una domanda. Visto che queste tre sono donne dell’età classica, di artiste medievali non ce n’erano?
Sì, e spesso erano delle miniaturiste. Come Claricia, pittrice tedesca e monaca che dipinse diversi codici nel XII secolo. In uno avrebbe lasciato anche il suo autoritratto.

clariciahttp://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-claricia-202x300.jpg 202w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-cl... 768w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-cl... 688w" sizes="(max-width: 800px) 100vw, 800px" />

Herrade di Landsberg, autrice dell’Hortus deliciarum (XII secolo) è scrittrice e miniatrice, oltre che Badessa di Hohenburg. Qui si è disegnata in piedi mentre regge una pergamena.

Harradehttp://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-harrad-300x175.jpg 300w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-ha... 768w" sizes="(max-width: 800px) 100vw, 800px" />

Guda, un’altra monaca tedesca del XII secolo, si è ritratta dentro un capolettera.

Gudahttp://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-guda-300x251.jpg 300w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-gu... 768w" sizes="(max-width: 800px) 100vw, 800px" />

Hitda, badessa dell’XI secolo, si ritrae mentre offre il suo codice miniato alla statua di Santa Walburga.

Hitdahttp://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-hitda-222x300.jpg 222w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-hi... 768w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-hi... 757w" sizes="(max-width: 800px) 100vw, 800px" />

Ma la più famosa è Ildegarda di Bingen, tedesca del XII secolo, compositrice, naturalista, linguista, drammaturga e autrice di manoscritti miniati (dichiarata santa dal 2012). Qui si ritrae nell’angolo in basso a sinistra in una splendida rappresentazione delle stagioni.

Ildegardahttp://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-ildegarda-237x300.jpg 237w, http://www.didatticarte.it/Blog/wp-content/uploads/2019/12/donna-il... 768w" sizes="(max-width: 800px) 100vw, 800px" />

Come si vede nessuna di loro si raffigura mentre dipinge. Queste sono tutte tedesche dell’XI e XII secolo, monache o badesse che, a differenza di Tamiri, Irene e Marzia, non sono figlie d’arte e non hanno una bottega ma lavorano nel loro convento.
Tuttavia non erano affatto inferiori alle loro colleghe del passato, tanto da voler lasciare la loro immagine nelle loro opere. Una firma d’artista che racconta dell’orgoglio di possedere l’arte del creare immagini, così difficile e così preziosa.

Vizualizări: 160

Adaugă un comentariu

Pentru a putea adăuga comentarii trebuie să fii membru al altmarius !

Alătură-te reţelei altmarius

STATISTICI

Free counters!
Din 15 iunie 2009

200 state 

(ultimul: Micronesia)

Numar de steaguri: 264

Record vizitatori:    8,782 (3.04.2011)

Record clickuri:

 16,676 (3.04.2011)

Steaguri lipsa: 42

1 stat are peste 660,000 clickuri (Romania)

1 stat are peste 100.000 clickuri (USA)

1 stat are peste 40,000 clickuri (Moldova)

1 stat are peste 20,000  clickuri (Italia)

2 state au peste 10.000 clickuri (Franta,  Germania)

6 state au peste 5.000 clickuri (Olanda, Belgia, Marea Britanie, Canada, UngariaSpania )

10 state au peste 1,000 clickuri (Polonia, Rusia,  Australia, IrlandaIsraelGreciaElvetia ,  Brazilia, Suedia, Austria)

50 state au peste 100 clickuri

24 state au un click

 

Website seo score
Powered by WebStatsDomain

DE URMĂRIT

1. ANTICARIAT ALBERT

http://anticariatalbert.com/

2. ANTICARIAT ODIN 

http://anticariat-odin.ro/

3. TARGUL CARTII

http://www.targulcartii.ro/

4. PRINTRE CARTI

http://www.printrecarti.ro/

5. MAGAZINUL DE CARTE

http://www.magazinul-de-carte.ro/

6 ANTICARIAT PLUS

http://www.anticariatplus.ro/

7. DEPOZITUL DE CARTI 

http://www.calinblaga.ro/

8. CARTEA DE CITIT

http://www.carteadecitit.ro/

9. ANTICARIAT ON-LINE
http://www.carti-online.com/

10. ANTICARIATUL DE NOAPTE

 http://www.anticariatuldenoapte.ro/

11. ANTICARIATUL NOU

http://www.anticariatulnou.ro

12. ANTICARIAT NOU

https://anticariatnou.wordpress.com/

13. ANTICARIAT ALEPH

https://www.anticariataleph.ro/

14. ANTIKVARIUM.RO

http://antikvarium.ro

15.ANTIKVARIUS.RO

https://www.antikvarius.ro/

16. ANTICARIAT LOGOS

http://www.anticariat-logos.ro/

17. ANTICARIAT.NET

http://www.anticariat.net/informatii-contact.php

18. TIMBREE

www.timbree.ro

19. FILATELIE

 http://www.romaniastamps.com/

20 MAX

http://romanianstampnews.blogspot.com

21. STAMPWORLD

http://www.stampworld.com

22. LIBMAG

https://www.libmag.ro/oferta-carti-polirom/?utm_source=facebook-ads-7-99-polirom&utm_medium=banner-facebook&utm_campaign=7-99-polirom-facebook&utm_content=new-3

23. DAFFI'S BOOKS

https://www.daffisbooks.ro/

24. MAGIA MUNTELUI

http://magiamuntelui.blogspot.com

25. RAZVAN CODRESCU
http://razvan-codrescu.blogspot.ro/

26.RADIO ARHIVE

https://www.facebook.com/RadioArhive/

27.EDITURA UNIVERSITATII CUZA - IASI

http://www.editura.uaic.ro/produse/colectii/documenta/1

28. EDITURA ISTROS

https://www.muzeulbrailei.ro/editura-istros/

29. EDITURA HOFFMAN

https://www.editurahoffman.ro/

30. SA NU UITAM

http://sanuuitam.blogspot.ro/

31. MIRON MANEGA
http://www.certitudinea.o

32. NATIONAL GEOGRAPHIC ROMANIA

https://www.natgeo.ro/revista

Anunturi

Licenţa Creative Commons Această retea este pusă la dispoziţie sub Licenţa Atribuire-Necomercial-FărăModificări 3.0 România Creativ

Note

Hoffman - Jurnalul cărților esențiale

1. Radu Sorescu -  Petre Tutea. Viata si opera

2. Zaharia Stancu  - Jocul cu moartea

3. Mihail Sebastian - Orasul cu salcimi

4. Ioan Slavici - Inchisorile mele

5. Gib Mihaescu -  Donna Alba

6. Liviu Rebreanu - Ion

7. Cella Serghi - Pinza de paianjen

8. Zaharia Stancu -  Descult

9. Henriette Yvonne Stahl - Intre zi si noapte

10.Mihail Sebastian - De doua mii de ani

11. George Calinescu Cartea nuntii

12. Cella Serghi Pe firul de paianjen…

Continuare

Creat de altmariusclassic Dec 23, 2020 at 11:45am. Actualizat ultima dată de altmariusclassic Ian 24.

© 2021   Created by altmarius.   Oferit de

Embleme  |  Raportare eroare  |  Termeni de utilizare a serviciilor