altmarius

cultură şi spiritualitate

Dante Gabriel Rossetti e Elizabeth Siddal: un amore tra arte e laudano

Dante Gabriel Rossetti, pittore e poeta, è stato uno dei massimi esponenti dei preraffaelliti. La sua modella preferita fu Elizabeth Siddal, artista anche lei. Ebbero una relazione tormentata che finì tragicamente


Nella Londra vittoriana del 1848 un gruppo di artisti si riunì in una confraternita per opporsi all’arte del tempo,  perché ritenevano che fosse diventata troppo schiava di regole e convenzioni oramai stantie e ripetitive. Si fecero chiamare “preraffaelliti” perché il loro ideale estetico era basato sulle caratteristiche dell’arte antecedente il Rinascimento maturo, quindi dall’arte dal Medioevo fino a prima di Raffaello, da cui derivò il nome del gruppo. 

Dante Gabriel Rossetti all'età di 22 anni. Olio su pannello, 1883

Dante Gabriel Rossetti all'età di 22 anni. Olio su pannello, 1883

Foto: Heritage Art/Heritage Images

Tra i fondatori della confraternita vi era Gabriel Charles Dante Rossetti. L’artista nacque a Londra il 12 maggio 1828 in una famiglia di origini italiane. Suo padre era Gabriele Rossetti, un letterato nato a Vasto (Abruzzo), noto per importanti studi sulla Commedia di Dante e per il suo impegno politico nei moti del 1820 che gli costò l’esilio prima a Malta e poi in Inghilterra. Ottenuto un incarico di docenza presso il King’s College di Londra, non fece più ritorno in patria. La madre era invece la londinese Frances Mary Lavinia Polidori, una donna molto colta appartenente a una famiglia d’intellettuali come John William Polidori (fratello di Frances), medico personale di Lord Byron e autore di romanzi a tema vampiresco.

A casa Rossetti la cultura era il pane quotidiano di tutti quanti cosicché lui e i suoi fratelli – era il secondogenito – fin da giovanissimi divorarono le opere di autori del calibro di Goethe, Shakespeare e Byron. Quando aveva circa sedici anni, s’innamorò dell’opera dantesca tanto da mettersi a tradurre in inglese la Vita Nuovae cambiare l’ordine dei suoi nomi facendosi chiamare Dante Gabriel Rossetti. Dimostrò fin da subito un talento precoce per la scrittura: non aveva ancora compiuto sette anni quando compose The slave, un poema drammatico ispirato alle opere di Shakespeare. A dodici anni scrisse con le due sorelle e il fratello (anche loro sarebbero diventati importanti intellettuali) il poema Roderick and Rosalba, a story of the Round Table. Infine, nel 1861 pubblicò uno studio su Dante e gli altri poeti stilnovisti dal titolo The Early Italian Poets from Ciullo d'Alcamo to Dante Alghieri in the original metres together with Dante's Vita Nuova.

'The Dream of Dante'. Opera ispirata a un passaggio di 'La Vita Nuova' di DanteAlighieri. Dante Gabriel Rossetti. 1871 circa

'The Dream of Dante'. Opera ispirata a un passaggio di 'La Vita Nuova' di DanteAlighieri. Dante Gabriel Rossetti. 1871 circa

Foto: The Print Collector / Heritage Images / Cordon Press

Parallelamente alla passione letteraria sviluppò quello per la pittura. Nel 1841 s’iscrisse alla King's College School e poi alla Royal Accademy, entrambe a Londra. Rossetti era dotato di una personalità carismatica e ben presto, poco più che ventenne, s’impose alla guida del gruppo dei preraffaelliti che aveva fondato insieme ad altri cinque pittori tra cui William Holman Hunt e John Everett Millais. 

Nel 1850 conobbe la donna che sarebbe diventata la sua modella, musa ispiratrice e consorte: Elizabeth Siddal (inizialmente Siddall, poi iniziò a firmarsi eliminando una “l”). La ragazza, di umili origini, non ebbe una solida istruzione scolastica, ma era molto dotata per l’arte e la poesia. Terza di otto figli, nacque in una zona periferica di Londra il 25 luglio 1829, da Charles, un artigiano, e da Elizabeth Eleanor Evans. Lizzie, com’era chiamata in famiglia, lavorava in una sartoria e disegnava nel tempo libero. 

Elizabeth Siddal. 1855

Elizabeth Siddal. 1855

Foto: Ashmolean Museum of Art and Arch / Cordon Press

Un giorno mostrò i suoi disegni al padre del pittore Walter Deverell. L’uomo le procurò una commissione come modella per il figlio, che proprio in quel momento stava dipingendo una grande tela ispirata a La dodicesima notte di Shakespeare. Deverell poi la presentò ai preraffaelliti e molti di loro la scelsero come modella. La sua pelle diafana e la chioma fulva ben rappresentavano l’ideale di bellezza “celtico-medievale” sostenuto dal gruppo.

La donna colpì in particolare Rossetti, che la volle come sua modella principale e sua allieva. In poco tempo i due s’innamorarono. Non fu però un rapporto facile: lui era spesso infedele, inoltre la famiglia dell’uomo – soprattutto le sorelle – non vedeva di buon occhio la relazione a causa delle origini operaie di Lizzie. La giovane, che nel frattempo aveva iniziato a comporre poesie, dedicò al loro rapporto molti versi, come il seguente: «Se il semplice sogno di un amore fosse vero, allora, dolcezza, saremmo in Paradiso. Ma noi siamo in terra […] dove il vero amore non è dato».

Non perderti nessun articolo! Iscriviti alla newsletter settimanale di Storica!

Un altro problema di Lizzy era la salute cagionevole, che si era aggravata dopo un incidente occorso mentre posava per l’Ofelia di John Everett Millais. Il dipinto, ispirato da un passo dell’Amleto di Shakespeare, rappresenta il momento in cui la protagonista Ofelia muore annegata. Il pittore aveva fatto distendere la modella in una vasca da bagno riscaldata da candele (o, secondo un’altra versione, lampade a olio). Quando le candele si spensero, Elizabeth iniziò a patire il freddo ma rimase lo stesso nell’acqua gelida. Alla fine si ammalò gravemente e il padre chiese un indennizzo a Millais per pagarle le cure. 

La famiglia Rossetti. Da sinistra Dante Gabriel, Cristina, la signora Rossetti e William Michael. Fotografia scattata da Lewis Carrol nel 1863

La famiglia Rossetti. Da sinistra Dante Gabriel, Cristina, la signora Rossetti e William Michael. Fotografia scattata da Lewis Carrol nel 1863

Foto: The Granger Collection, New York / Cordon Press

Purtroppo non guarì mai del tutto e per alleviare le sofferenze iniziò a fare uso di laudano. Nel 1860 Dante Gabriel si decise a sposarla. Le nozze si celebrarono nel mese di maggio, dopo dieci anni dal loro primo incontro. Lei però era sempre più debole sia fisicamente – non è chiaro se soffrisse di tubercolosi o di una patologia intestinale – e sia psicologicamente. Viaggiava spesso tra Parigi e Nizza per curarsi, ma tutto era invano. La situazione precipitò l’anno successivo, quando la figlia della coppia morì durante il parto. La salute di Elizabeth peggiorò ulteriormente e la donna cadde in una profonda depressione. L’11 febbraio 1862 assunse una dose eccessiva di laudano e morì a soli trentatré anni. Ufficialmente si trattò di un fatto accidentale, ma pare invece che il gesto fosse intenzionale e che avesse addirittura lasciato un biglietto di addio che Rossetti si affrettò a distruggere per evitare lo scandalo. In ogni caso, il pittore fu sopraffatto dal dolore e decise di seppellire nella bara della moglie un plico con alcune poesie in suo onore.

 Poi iniziò anche il suo declino. Continuò ancora a dipingere (con nuove modelle, tra cui Jane Burden, moglie del pittore William Morris, con cui ebbe un legame sentimentale) dedicandosi soprattutto al tema della bellezza femminile, ma divenne sempre più eccentrico: iniziò a fare uso di droghe, si mise a spendere molto denaro per la sua collezione di porcellane cinesi, acquistò vari animali esotici – si racconta che un giorno vestì un tucano da cowboy e gli fece cavalcare un lama – e iniziò a interessarsi allo spiritismo. Nel 1870, pentitosi di aver sepolto le poesie – si trattava dell’unica copia – , fece riesumare il corpo della moglie per riprenderle e poi le pubblicò, insieme ad alcune della donna, in una raccolta dal titolo Poems. L’opera fu fortemente criticata per il forte erotismo di alcuni versi. Dopo aver pubblicato una seconda raccolta di poesie, nel 1872 iniziò a manifestare disturbi psichici, acuiti dall’abuso delle sostanze stupefacenti e dell’alcool. Tentò anche il suicidio ma fu salvato in extremis. Morì il 10 aprile 1882 per una forma di paralisi. 

Sfoglia la Gallery

Elizabeth Siddal, 'Lady Clare', 1857, collezione privata

1 / 6


Elizabeth Siddal, 'Lady Clare', 1857, collezione privata

Grazie anche agli insegnamenti del compagno, Siddal dipinse diverse opere in stile preraffaellita (esponendo con loro in una mostra del 1857), come quest’acquarello ispirato al ciclo di re Artù. Intorno al 1855 il critico d’arte John Ruskin, affascinato dallo stile della donna, sovvenzionò la sua carriera, offrendosi di acquistare molte sue opere per centocinquanta sterline. In una lettera a un amico, Rossetti scrisse che Ruskin «[…] ha visto e comprato ogni pezzo finora prodotto da miss Siddal. Dichiarò che erano di gran lunga migliori dei miei, o quasi di chiunque altro, e sembrava quasi impazzito per il desiderio di ottenerli […]». I dipinti di Elizabeth Siddal consistevano principalmente in disegni a penna o carboncino su carta o in acquarelli.

 

Foto: Pubblico dominio



Dante Gabriel Rossetti, 'Beata Beatrix', 1864-1870, Tate Britain, Londra

2 / 6


Dante Gabriel Rossetti, 'Beata Beatrix', 1864-1870, Tate Britain, Londra

Fin da giovane Rossetti ammirò l’opera di Dante Alighieri e per alcuni aspetti si identificava con lui. Così, per esempio, associò il dolore di Dante Alighieri per la morte di Beatrice con il proprio per la scomparsa della moglie. In quest’opera, dunque, Elisabeth si trasforma nella Beatrice della Vita Nuova. La donna, rappresentata di tre quarti, ha gli occhi chiusi e le mani congiunte mentre sta per essere chiamata in Paradiso. Sullo sfondo s’intravedono una meridiana con il numero 9 (numero simbolico per Alighieri), il sommo poeta (che rappresenta anche Rossetti) e la personificazione di Amore. 

 

Foto: Pubblico dominio



Dante Gabriel Rossetti, 'Elizabeth Siddal che legge', 1854

3 / 6


Dante Gabriel Rossetti, 'Elizabeth Siddal che legge', 1854

Nonostante la modesta condizione economica della sua famiglia non le avesse permesso di studiare molto, Elizabeth era una donna di grande cultura, come dimostrano le sue raccolte poetiche, che realizzò dopo le nozze. Questi sono, per esempio, i primi versi della struggente e malinconica poesia L’amore finito: «Non piangere mai per un amore finito/ poiché l’amore raramente è vero/ma cambia il suo aspetto dal blu al rosso/dal rosso più brillante al blu/e l’amore è destinato ad una morte precoce/ ed è così raramente vero».

Foto: Pubblico dominio



Dante Gabriel Rossetti, 'Regina di cuori', 1860, Johannesburg Art Gallery, Johannesburg

4 / 6


Dante Gabriel Rossetti, 'Regina di cuori', 1860, Johannesburg Art Gallery, Johannesburg

Il dipinto, realizzato nel periodo delle nozze tra i due, rappresenta Siddal con un volto pallido e malaticcio. Tuttavia, con quest’opera il pittore sottolinea che, nonostante la malattia, è lei il suo grande amore, come ricorda anche la scritta Regina cordium. La donna indossa una collana di corallo, da cui pende un ciondolo a forma di cuore. I cuori sono presenti anche sullo sfondo dorato.

 

Foto: Pubblico dominio



Dante Gabriel Rossetti, 'Proserpina', 1874, Tate Britain, Londra

5 / 6


Dante Gabriel Rossetti, 'Proserpina', 1874, Tate Britain, Londra

Questo dipinto rappresenta la modella Jane Burden, moglie dell’artista William Morris e nuova fiamma di Rossetti. Si conobbero a una rappresentazione teatrale quando Lizzie era ancora in vita: l’interesse dell’uomo verso Jane suscitò la gelosia della moglie. Nel 1859 Jane Burden sposò Morris ma dopo la morte della moglie di Rossetti, la loro “amicizia” si concretizzò in un legame che durò più o meno fino alla morte del pittore. In questo dipinto Rossetti la rappresenta come Proserpina, la dea costretta a sposare Ade, il terrificante dio degli Inferi. Secondo alcuni, l’opera alluderebbe all’infelice matrimonio della donna con Morris. 

 

Foto: Pubblico dominio



John Everett Millais, Ofelia, 1851-1852, Tate Gallery, Londra

6 / 6


John Everett Millais, Ofelia, 1851-1852, Tate Gallery, Londra

L’opera illustra un passo dell’Amleto di Shakespeare. Ofelia, innamorata respinta dal protagonista, si lascia morire nel ruscello in cui è caduta mentre stava raccogliendo dei fiori. Millais realizzò il dipinto in due fasi: il paesaggio fu dipinto dal vero, mentre la figura umana fu realizzata nel suo studio. La modella è Elizabeth Siddal – di cui forse il pittore era innamorato platonicamente – e fu a causa di quest’opera che la modella si ammalò: quando il riscaldamento della vasca in cui era immersa si spense, lei rimase stoicamente nell’acqua fredda per permettere al pittore di terminare il suo quadro. L’opera fu esposta per la prima volta nel 1852 ma ottenne solo tiepidi consensi.

Foto: Pubblico dominio



Vizualizări: 21

Adaugă un comentariu

Pentru a putea adăuga comentarii trebuie să fii membru al altmarius !

Alătură-te reţelei altmarius

STATISTICI

Free counters!
Din 15 iunie 2009

202 state 

(ultimul: Guam)

Numar de steaguri: 264

Record vizitatori:    8,782 (3.04.2011)

Record clickuri:

 16,676 (3.04.2011)

Steaguri lipsa: 40

1 stat are peste 700,000 clickuri (Romania)

1 stat are peste 100.000 clickuri (USA)

1 stat are peste 50,000 clickuri (Moldova)

2 state au peste 20,000  clickuri (Italia,  Germania)

1 stat are peste 10.000 clickuri (Franta)

6 state au peste 5.000 clickuri (Olanda, Belgia, Marea Britanie, Canada, UngariaSpania )

10 state au peste 1,000 clickuri (Polonia, Rusia,  Australia, IrlandaIsraelGreciaElvetia ,  Brazilia, Suedia, Austria)

50 state au peste 100 clickuri

16 state au un click

Website seo score
Powered by WebStatsDomain

DE URMĂRIT

1.EDITURA HOFFMAN

https://www.editurahoffman.ro/

2. EDITURA ISTROS

https://www.muzeulbrailei.ro/editura-istros/

3.EDITURA UNIVERSITATII CUZA - IASI

https://www.editura.uaic.ro/produse/editura/ultimele-aparitii/1

4. PRINTRE CARTI

http://www.printrecarti.ro/

5. ANTICARIAT ALBERT

http://anticariatalbert.com/

6. ANTICARIAT ODIN 

http://anticariat-odin.ro/

7. TARGUL CARTII

http://www.targulcartii.ro/

8. MAGAZINUL DE CARTE

http://www.magazinul-de-carte.ro/

9. ANTICARIAT PLUS

http://www.anticariatplus.ro/

10. CARTEA DE CITIT

http://www.carteadecitit.ro 11. ANTICARIAT ON-LINE
http://www.carti-online.com/

12. ANTICARIATUL DE NOAPTE

 http://www.anticariatuldenoapte.ro/

13. ANTICARIATUL NOU

http://www.anticariatulnou.ro

14. ANTICARIAT NOU

https://anticariatnou.wordpress.com/

15. ANTICARIAT ALEPH

https://www.anticariataleph.ro/

16. ANTIKVARIUM.RO

http://antikvarium.ro

17.ANTIKVARIUS.RO

https://www.antikvarius.ro/

18. EDITURA CASA CĂRȚII

https://www.casacartii.ro/editura/

19.EDITURA MEGA

https://edituramega.ro/

20. TIMBREE

www.timbree.ro

21. FILATELIE

 http://www.romaniastamps.com/

22 MAX

http://romanianstampnews.blogspot.com

23. STAMPWORLD

http://www.stampworld.com

24. LIBMAG

https://www.libmag.ro/carti-la-preturi-sub-10-lei/?gclid=Cj0KCQjwiNSLBhCPARIsAKNS4_djLKQgGui6c7fzMD9uu4NJgicnOiTKVowzeBmgz4XYZ6J3j3nj2NYaArV0EALw_wcB

25. DAFFY'S BOOKS

https://www.daffisbooks.ro 26. MAGIA MUNTELUI

http://magiamuntelui.blogspot.com

27. RAZVAN CODRESCU
http://razvan-codrescu.blogspot.ro/

28.RADIO ARHIVE

https://www.facebook.com/RadioArhive/

29.NATIONAL GEOGRAPHIC ROMANIA

https://www.natgeo.ro/revista

30. SA NU UITAM

http://sanuuitam.blogspot.ro/

31. MIRON MANEGA
http://www.certitudinea.o

32. CERTITUDINEA

www.certitudinea.com

Anunturi

Licenţa Creative Commons Această retea este pusă la dispoziţie sub Licenţa Atribuire-Necomercial-FărăModificări 3.0 România Creativ

Note

Hoffman - Jurnalul cărților esențiale

1. Radu Sorescu -  Petre Tutea. Viata si opera

2. Zaharia Stancu  - Jocul cu moartea

3. Mihail Sebastian - Orasul cu salcimi

4. Ioan Slavici - Inchisorile mele

5. Gib Mihaescu -  Donna Alba

6. Liviu Rebreanu - Ion

7. Cella Serghi - Pinza de paianjen

8. Zaharia Stancu -  Descult

9. Henriette Yvonne Stahl - Intre zi si noapte

10.Mihail Sebastian - De doua mii de ani

11. George Calinescu Cartea nuntii

12. Cella Serghi Pe firul de paianjen…

Continuare

Creat de altmariusclassic Dec 23, 2020 at 11:45am. Actualizat ultima dată de altmariusclassic Ian 24.

© 2021   Created by altmarius.   Oferit de

Embleme  |  Raportare eroare  |  Termeni de utilizare a serviciilor