altmarius

cultură şi spiritualitate



Aosta, Porta Praetoria

Aosta, Porta Praetoria

Augusta Praetoria, conosciuta oggi con il nome di Aosta (capoluogo della regione autonoma della Valle d’Aosta), in epoca pre-romana non era altro che un piccolo insediamento popolato da tribù gallo-celtiche, chiamate Salassi.

Fu al termine della seconda guerra punica che i Romani puntarono ad espandersi verso il nord della penisola, le tribù galliche, stanziate nella Pianura Padana e più su verso le Alpi, alleate dei cartaginesi, costituivano ancora una grossa minaccia, era necessario quindi per Roma, mantenere il controllo di quell’area, le Alpi d’altronde avrebbero fornito un valido aiuto nella difesa di quei territori, nacque così allo sbocco delle valli alpine un sistema di città fortificate che controllavano gli accessi alle fertili terre della Pianura Padana.

Tuttavia nel corso del I secolo a.C., dopo le campagne militari di Giulio Cesare che portarono alla sottomissione dell’intera Gallia, l’importanza di questa area si modificò radicalmente, spostando l’attenzione esclusivamente sulle scorribande di quelle tribù di Salassi che ancora disturbavano la zona, danneggiando in particolare l’attività dei mercanti che si spostavano lungo la via delle Gallie. Così nel 25 a.C. Ottaviano Augusto inviò contro quei barbari il futuro Console Aulo Terenzio Varrone Murena, con un consistente esercito. Naturalmente le forti legioni romane ebbero la meglio e i Salassi furono dispersi o resi in schiavitù.

In questo contesto Augusta Praetoria Salassorum venne costruita in breve tempo sul modello dell’accampamento militare romano, all’incrocio delle vie del Piccolo e Grande San Bernardo, e dove i fiumi Dora Baltea e Buthier oggi confluiscono. La città fortificata da una imponente cinta muraria si estendeva su circa 400 mila metri quadrati, il Decumanus Maximus dell’insediamento era la prosecuzione della famosa via delle Gallie che da Mediolanum (Milano), portava al valico del Piccolo San Bernardo. L’accesso ad Augusta Praetoria era garantito da un ponte sul fiume Buthier, ponte di cui oggi sono visibili solo pochi resti, all’interno della città invece, costituita da vari quartieri residenziali, si trovavano il teatro, le terme, l’anfiteatro, e il foro, mentre a sud si estendevano i quartieri più popolari.

Da quanti abitanti era popolata Augusta Praetoria? la risposta non è semplice, in alcuni riferimenti si parla di almeno 3.000 abitanti, in maggior parte costituiti da legionari li stanziati, la controversia sta nel fatto che l’anfiteatro della città, secondo alcune stime, sia stato costruito per soddisfare le esigenze di un insediamento di almeno 30/40.000 abitanti. Un numero esatto probabilmente non verrà mai alla luce, di sicuro invece c’è che i coloni romani impararono a convivere con chi precedentemente viveva in quelle valli, i Salassi sopravvissuti infatti impararono ad integrarsi con i nuovi arrivati, e questo si evince da numerose iscrizioni funerarie rinvenute nella zona, nelle quali nomi di origine gallo-celtica sono associati a quelli latini, i cui figli nati da matrimoni misti portavano sempre nomi latini. Augusta Praetoria rivestì quindi un ruolo fondamentale per la conquista romana della Pianura Padana prima e della Gallia poi, grazie alla sua invidiabile posizione che consentiva un controllo totale sui due valichi alpini più importanti, ovvero il Piccolo e il Grande San Bernardo. imponendosi come uno dei centri più ricchi di tutto il Nord Italia.

Aosta, resti del teatro romano

Aosta, resti del teatro romano

Vizualizări: 104

Adaugă un comentariu

Pentru a putea adăuga comentarii trebuie să fii membru al altmarius !

Alătură-te reţelei altmarius

STATISTICI

Free counters!
Din 15 iunie 2009

200 state 

(ultimul: Micronesia)

Numar de steaguri: 264

Record vizitatori:    8,782 (3.04.2011)

Record clickuri:

 16,676 (3.04.2011)

Steaguri lipsa: 42

1 stat are peste 660,000 clickuri (Romania)

1 stat are peste 100.000 clickuri (USA)

1 stat are peste 40,000 clickuri (Moldova)

2 state au peste 20,000  clickuri (Italia,  Germania)

1 stat are peste 10.000 clickuri (Franta)

6 state au peste 5.000 clickuri (Olanda, Belgia, Marea Britanie, Canada, UngariaSpania )

10 state au peste 1,000 clickuri (Polonia, Rusia,  Australia, IrlandaIsraelGreciaElvetia ,  Brazilia, Suedia, Austria)

50 state au peste 100 clickuri

24 state au un click

Website seo score
Powered by WebStatsDomain

DE URMĂRIT

1. ANTICARIAT ALBERT

http://anticariatalbert.com/

2. ANTICARIAT ODIN 

http://anticariat-odin.ro/

3. TARGUL CARTII

http://www.targulcartii.ro/

4. PRINTRE CARTI

http://www.printrecarti.ro/

5. MAGAZINUL DE CARTE

http://www.magazinul-de-carte.ro/

6 ANTICARIAT PLUS

http://www.anticariatplus.ro/

7. DEPOZITUL DE CARTI 

http://www.calinblaga.ro/

8. CARTEA DE CITIT

http://www.carteadecitit.ro/

9. ANTICARIAT ON-LINE
http://www.carti-online.com/

10. ANTICARIATUL DE NOAPTE

 http://www.anticariatuldenoapte.ro/

11. ANTICARIATUL NOU

http://www.anticariatulnou.ro

12. ANTICARIAT NOU

https://anticariatnou.wordpress.com/

13. ANTICARIAT ALEPH

https://www.anticariataleph.ro/

14. ANTIKVARIUM.RO

http://antikvarium.ro

15.ANTIKVARIUS.RO

https://www.antikvarius.ro/

16. ANTICARIAT LOGOS

http://www.anticariat-logos.ro/

17. ANTICARIAT.NET

http://www.anticariat.net/informatii-contact.php

18. TIMBREE

www.timbree.ro

19. FILATELIE

 http://www.romaniastamps.com/

20 MAX

http://romanianstampnews.blogspot.com

21. STAMPWORLD

http://www.stampworld.com

22. LIBMAG

https://www.libmag.ro/oferta-carti-polirom/?utm_source=facebook-ads-7-99-polirom&utm_medium=banner-facebook&utm_campaign=7-99-polirom-facebook&utm_content=new-3

23. DAFFI'S BOOKS

https://www.daffisbooks.ro/

24. MAGIA MUNTELUI

http://magiamuntelui.blogspot.com

25. RAZVAN CODRESCU
http://razvan-codrescu.blogspot.ro/

26.RADIO ARHIVE

https://www.facebook.com/RadioArhive/

27.EDITURA UNIVERSITATII CUZA - IASI

http://www.editura.uaic.ro/produse/colectii/documenta/1

28. EDITURA ISTROS

https://www.muzeulbrailei.ro/editura-istros/

29. EDITURA HOFFMAN

https://www.editurahoffman.ro/

30. SA NU UITAM

http://sanuuitam.blogspot.ro/

31. MIRON MANEGA
http://www.certitudinea.o

32. NATIONAL GEOGRAPHIC ROMANIA

https://www.natgeo.ro/revista

Anunturi

Licenţa Creative Commons Această retea este pusă la dispoziţie sub Licenţa Atribuire-Necomercial-FărăModificări 3.0 România Creativ

Note

Hoffman - Jurnalul cărților esențiale

1. Radu Sorescu -  Petre Tutea. Viata si opera

2. Zaharia Stancu  - Jocul cu moartea

3. Mihail Sebastian - Orasul cu salcimi

4. Ioan Slavici - Inchisorile mele

5. Gib Mihaescu -  Donna Alba

6. Liviu Rebreanu - Ion

7. Cella Serghi - Pinza de paianjen

8. Zaharia Stancu -  Descult

9. Henriette Yvonne Stahl - Intre zi si noapte

10.Mihail Sebastian - De doua mii de ani

11. George Calinescu Cartea nuntii

12. Cella Serghi Pe firul de paianjen…

Continuare

Creat de altmariusclassic Dec 23, 2020 at 11:45am. Actualizat ultima dată de altmariusclassic Ian 24.

© 2021   Created by altmarius.   Oferit de

Embleme  |  Raportare eroare  |  Termeni de utilizare a serviciilor